Fondi per morosità incolpevole

La Regione Emilia Romagna a seguito del piano casa nazionale, ha riservato parte dei finanziamenti al Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli e  ha fissato i criteri di ripartizione delle risorse. Nello specifico ha disposto la suddivisione della somma complessiva pari ad € 4.527.445,32, fra i Comuni capoluogo e gli altri Comuni ad alta tensione abitativa, per affrontare l’emergenza abitativa presente nella Regione.
Per “morosità incolpevole” si intende la morosità maturata sul pagamento dei canoni di affitto da parte di conduttori di alloggi con regolare contratto di locazione abitativa causata non da volontà ma da perdita o riduzione dell’attività lavorativa e/o da grave infermità che imponga spese sanitarie e mediche particolarmente elevate.
In considerazione dell’elevato numero di nuclei che si trovano in concrete e a volte anche gravi difficoltà economiche di natura incolpevole, i comuni della nostra provincia che hanno ricevuto il finanziamento (Reggio, Correggio, Casalgrande, Rubiera, Scandiano, Montecchio) utilizzeranno i fondi assegnati dalla Regione Emilia Romagna per la concessione di contributi economici agli inquilini che si trovano coinvolti in una procedura di sfratto. Con l’erogazione dei contributi si andrà a sanare la morosità incolpevole maturata e conseguentemente a sospendere lo sfratto per i mesi coperti dal finanziamento.
L'Amministrazione comunale di Reggio Emilia ritiene di avvalersi della collaborazione di Acer Reggio Emilia, Ente gestore per il patrimonio residenziale sociale, nonché Ente strumentale per le politiche abitative, per la gestione tecnica del Bando e attività correlate relative a: pubblicazione dell'avviso, raccolta delle domande, istruttoria delle stesse, nomina della Commissione tecnica, redazione e approvazione della graduatoria, liquidazione dei contributi agli interessati.

Bando 1