Bando morosità incolpevole 2018/19

Logo Acer RE
Comune di Reggio Emilia

A CHI RIVOLGERSI
Acer Reggio Emilia 
Ufficio E.R.S. Edilizia Residenziale Sociale
lunedì, mercoledì, venerdì  08.30 - 12.00

martedì,  14.30 - 17.00
via della Costituzione, 6

42124 Reggio Emilia
Tel. 0522/236675
Fax 0522/236699
ers@acer.re.it

MODULISTICA

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI AI CITTADINI RESIDENTI NEL COMUNE DI REGGIO EMILIA AFFITTUARI DI  ALLOGGI E IN CONDIZIONE DI MOROSITA’  INCOLPEVOLE NEL PAGAMENTO DEL CANONE DI LOCAZIONE – ANNI 2018 E 2019

I cittadini interessati possono presentare, dal 1° giugno 2018 ad ACER Reggio Emilia, domanda su modulo appositamente predisposto, nei termini e con le modalità indicate all’art. 9 del bando.

Il bando è aperto fino al 31 dicembre 2019, ma come indicato all’art. 9 sono previste scadenze intermedie per la valutazione delle domande.

REQUISITI

Possono presentare domanda di contributo coloro che, al momento della pubblicazione del presente avviso, sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere residenti nel Comune di Reggio Emilia;
  • essere in possesso della cittadinanza italiana o di Stato aderente all’Unione Europea, ovvero, nei casi di cittadini extra comunitari, essere titolari di regolare titolo di soggiorno.
  • essere intestatari di un contratto di locazione, regolarmente registrato, di unità immobiliare ad uso abitativo di proprietà privata (sono esclusi gli immobili appartenenti alle categorie catastali A1, A8 e A9) o di unità immobiliare ad uso abitativo di proprietà comunale (stipulato ai sensi dell’art.2, comma 3, della legge 9 dicembre 1998, n. 431), situata nel Comune di Reggio Emilia e nella quale risiedono da almeno 1 (uno) anno. Sono esclusi i titolari di contratti di Edilizia Residenziale Pubblica – E.R.P.;
  • essere destinatari di un atto di intimazione di sfratto per morosità, con citazione per la convalida o di un provvedimento esecutivo di rilascio per morosità oppure essere stato sfrattato;
  • non essere titolari, richiedente e tutti i componenti del nucleo familiare, del diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio ad uso abitativo, fruibile e adeguato alle esigenze del nucleo stesso, sito nel Comune di Reggio Emilia o in comuni contermini (Albinea, Bagnolo in Piano, Bibbiano, Cadelbosco di Sopra, Campegine, Casalgrande, Cavriago, Correggio, Montecchio Emilia, Quattro Castella, Rubiera, San Martino in Rio, Sant’Ilario d’Enza, Scandiano);
  • i limiti di reddito per l’accesso sono valutati secondo quanto stabilito dal DPCM 5 dicembre 2013 - “Regolamento concernente la revisione delle modalità di determinazione e i campi di applicazione dell'Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE), e compresi nei seguenti limiti :
    1. valore I.S.E.: non superiore a Euro 35.000,00;
    2. valore I.S.E.E.: non superiore a Euro 26.000,00.

 

SOGGETTI ESCLUSI DAL BENEFICIO

Sono esclusi:

  • gli inquilini titolari di contratto di locazione per alloggi di proprietà del Comune di Reggio Emilia di Edilizia Residenziale Pubblica – E.R.P.;
  • i richiedenti (proprietari e conduttori) che, nell’ambito del presente bando, abbiano già beneficiato del contributo nei 2 anni precedenti;
  • nel medesimo anno non è possibile concedere sia il contributo per morosità incolpevole di cui al presente atto, sia il contributo per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione (legge n. 431/1998 e legge regionale n. 24/2001) oppure per l'emergenza abitativa (proprie deliberazioni n. 817/2012, n. 1709/2013 e n. 2221/2015).

CONDIZIONI DI MOROSITÀ INCOLPEVOLE

Perdita o consistente riduzione della capacità reddituale dovute a una delle seguenti cause:

  • perdita del lavoro per licenziamento;
  • accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell'orario di lavoro;
  • cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale;
  • mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici;
  • cessazioni di attività libero‐professionali o di imprese registrate, derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente, risultante dalle dichiarazioni ai fini fiscali;
  • malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la necessità dell'impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali;
  • accrescimento naturale del nucleo familiare per la nascita di uno o più figli;
  • accrescimento del nucleo familiare per l’ingresso di uno o più componenti privi di reddito o con un reddito non superiore al valore dell’assegno sociale (€ 5.824,91 annuo), comunque legati da vincolo di parentela con un componente del nucleo familiare originario;
  • riduzione del nucleo familiare a seguito di divorzio, separazione, allontanamento comprovato del convivente, che abbia determinato l’uscita dal nucleo di un soggetto che contribuiva al reddito familiare;
  • cessazione dell’erogazione di sussidi pubblici a favore di uno o più componenti del nucleo familiare, che abbia determinato la riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo.

Le situazioni sopra descritte si devono essere verificate successivamente alla stipula del contratto di locazione per il quale è stata attivata la procedura di rilascio e comunque in un periodo non superiore a 5 anni precedenti la data di pubblicazione del presente bando (ovvero, per l’anno 2018, a partire dal 1.1.2013).

Si invita a consultare la versione integrale del bando disponibile in questa pagina.