Bando morosità incolpevole

Logo Acer RE
Comune di Reggio Emilia

Il richiedente, destinatario di un atto di intimazione di sfratto per morosità con citazione per la convalida o di un provvedimento esecutivo di rilascio per morosità o essendo già stato sfrattato, dovrà dimostrare la perdita o la consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare.
I cittadini interessati possono presentare domanda presso i nostri uffici sul modulo predisposto,
dal 09 maggio 2016 al 31 dicembre 2017, nei termini e con le modalità indicate al punto 5 del bando.

Requisiti

  • essere residenti nel Comune di Reggio Emilia
  • essere in possesso della cittadinanza italiana o di Stato aderente all’Unione Europea, ovvero, nei casi di cittadini extra comunitari, essere titolari di regolare titolo di soggiorno
  • essere intestatari di un contratto di locazione, regolarmente registrato, di unità immobiliare ad uso abitativo (ad esclusione degli immobili appartenenti alle categorie catastali A1, A8 e A9), situata nel Comune di Reggio Emilia e nella quale risiedono da almeno 1 (uno) anno
  • essere destinatario di un atto di intimazione di sfratto per morosità, con citazione per la convalida o di un provvedimento esecutivo di rilascio per morosità oppure essere stato sfrattato
  • non essere titolari, richiedente e tutti i componenti del nucleo familiare, del diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio ad uso abitativo, fruibile e adeguato alle esigenze del nucleo stesso, sito nel Comune di Reggio Emilia o in comuni contermini (Albinea, Bagnolo in Piano, Bibbiano, Cadelbosco di Sopra, Campegine, Casalgrande, Cavriago, Correggio, Montecchio Emilia, Quattro Castella, Rubiera, San Martino in Rio, Sant’Ilario d’Enza, Scandiano)
  • i limiti di reddito per l’accesso sono valutati secondo quanto stabilito dal DPCM 5 dicembre 2013 - Regolamento concernente la revisione delle modalità di determinazione e i campi di applicazione dell'Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE), compresi nei seguenti limiti
    - valore I.S.E.: non superiore a Euro 35.000,00 - valore I.S.E.E.: non superiore a Euro 26.000,00.

Condizioni 

Il richiedente deve dimostrare la perdita o la consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare:

  • perdita del lavoro per licenziamento
  • consistente riduzione dell’orario di lavoro derivante da accordi sindacali o aziendali
  • cassa integrazione ordinaria (CIGO) o straordinaria (CIGS), che limiti notevolmente la capacità reddituale
  • mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici
  • cessazione di attività libero professionali o di imprese registrate alla CCIAA, derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento un misura consistente
  • malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito del nucleo medesimo o la necessità dell’impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali

 Il richiedente è tenuto a comunicare qualsiasi variazione ai requisiti e alle condizioni indicati nella domanda e rese ai fini dell’ottenimento del contributo.

Beneficiari degli interventi

I beneficiari verranno individuati tra le seguenti categorie di persone:

  • i conduttori di contratti di locazione destinatari di un atto di intimazione di sfratto per morosità, con citazione per convalida, causata dalla perdita o dalla consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare
  • i conduttori di contratti di locazione che devono concludere un nuovo contratto di locazione ad uso abitativo, essendo stati sfrattati o soggetti a un provvedimento esecutivo di rilascio per morosità incolpevole, per il quale non è possibile giungere ad un accordo con il proprietario per la sua sospensione e la cui ridotta capacità economica non consente il versamento del deposito cauzionale

I contributi verranno versati direttamente al locatore/proprietario, ai sensi dell’art. 7, comma 2/bis della Legge 12.11.2004, n. 269, di modifica della Legge n. 431/1998, a seguito della sua dichiarazione di impegno, scritta e contenuta nel modulo di domanda, a sospendere lo sfratto dalla concessione del contributo per un numero di mesi pari a quelli coperti dallo stesso.
In caso di sfratto non ancora convalidato, l’erogazione è subordinata all’acquisizione di una dichiarazione scritta del locatore/proprietario, in cui lo stesso si impegna al ritiro dell’atto di intimazione.
In relazione ai conduttori di cui al sopra indicato punto 2, ACER Reggio Emilia provvederà affinché il contributo sia versato contestualmente alla consegna dell’alloggio.

A CHI RIVOLGERSI
Acer Reggio Emilia 
Ufficio E.R.S. Edilizia Residenziale Sociale
lunedì, mercoledì, venerdì  08.30 - 12.00

martedì,  14.30 - 17.00
via della Costituzione, 6

42124 Reggio Emilia
Tel. 0522/236675
Fax 0522/236699
ers@acer.re.it

MODULISTICA