Consigli e link utili

Consigli e buone pratiche

CLIMATIZZATORI 

I climatizzatori sono apparecchi utilizzati per raffrescare e per riscaldare gli ambienti. Di solito integrano gli impianti di riscaldamento tradizionali e, in zone con inverni miti, possono anche sostituirli. Impiegano tecnologie molto efficienti, e il loro utilizzo è incentivato da varie iniziative governative.
Sono commercializzati insieme ai grandi elettrodomestici e sono disponibili in una vasta gamma di modelli che differiscono per potenza, consumi e principio di funzionamento. Possono essere mobili o fissi e, per entrambi, troviamo la versione monoblocco o split, con o senza tecnologia Inverter .
Di seguito trovate alcuni suggerimenti, per orientarvi nella scelta del modello più adatto a soddisfare le diverse esigenze e per ridurre al minimo i consumi di energia di questo elettrodomestico.

Consigliamo di affidarsi a un tecnico specializzato che, dopo aver eseguito un sopralluogo, saprà indicare la soluzione migliore. 

Curiosità

L'acquisto di un condizionatore di classe energetica alta, A+, A++e A+++,  comporta sì una maggiore spesa iniziale, ma anche in un risparmio sulla bolletta elettrica e una riduzione delle emissioni di CO2.
Ad esempio, l'acquisto di un condizionatore di efficienza energetica classe A rispetto a uno di classe C permette di risparmiare circa il 30% annuo sui consumi di elettricità e quindi di ridurre del 30% anche le emissioni di CO2.
Nella tabella, riportiamo per classe di efficienza energetica i consumi di energia elettrica di un condizionatore split da circa 6kW, capace di raffreddare 2 o 3 stanze per un totale di 40m2 , utilizzato per 8 ore al giorno nei tre mesi estivi.
I minori consumi di energia elettrica di un modello classe A rispetto a un modello classe B fanno recuperare il maggior costo iniziale in circa tre anni.

Vai alla pagina del portale dell'Agenzia Nazionale Efficienza Energetica

CONSIGLI 

Al momento dell’acquisto

Se decidi di acquistare un climatizzatore “solo freddo”, dopo aver fatto il calcolo della potenza necessaria a raffrescare la stanza, consigliamo di scegliere un modello ad alta efficienza. Leggi attentamente l’etichetta energetica, in quanto i consumi tra i diversi modelli possono variare anche del 30%.

Se decidi di installare una pompa di calore, per avere sia la possibilità di raffrescare in estate e sia di riscaldare in inverno: è necessario considerare le caratteristiche climatiche del luogo dove deve essere installata. Queste hanno importanza soprattutto qualora la sorgente fredda è l’aria esterna. Le pompe di calore sono consigliate in zone climatiche con inverni miti, in cui le temperature non scendono quasi mai al di sotto dei 7 gradi centigradi. Pur esistendo pompe di calore particolarmente efficienti anche alle basse temperature, ne sconsigliamo l’uso in zone in cui l’inverno è molto freddo, a causa della formazione di brina sull’evaporatore, che ne compromette il rendimento. Inoltre, conviene installare una pompa di calore quando il locale da climatizzare è sufficientemente piccolo, massimo 50m2, da non richiedere il cambio del contratto di fornitura elettrica.In molte abitazioni la potenza elettrica disponibile è di circa 3kW. Mediamente per condizionare una camera da letto occorre un apparecchio di circa 0,9kW di potenza. Se vuoi raffrescare due locali, il consumo salirà a circa 1,8kW. Rimane quindi ancora potenza a disposizione per l’asciuga capelli, il forno, il ferro da stiro, ecc. Ma se vuoi installarne un terzo, bisognerà far aumentare la potenza elettrica disponibile nella nostra abitazione fino a 4,5kW o più.La tecnologia inverter limita in parte questo problema. Appena acceso, assorbe anch’esso i 0,9kW ma poi, una volta raggiunta la temperatura desiderata, riesce a mantenerla riducendo la potenza del motore a valori molto inferiori.Resta comunque valido il consiglio di affidarsi a un tecnico specializzato, che, dopo aver eseguito un sopralluogo, saprà indicare la soluzione migliore.

Ricorda che ogni stanza ha bisogno del suo climatizzatore. Non è corretto installare un climatizzatore potente nel corridoio nella speranza che rinfreschi tutte le camere. L’unico risultato sarà quello di prendere colpi di freddo ogni volta che andrete da una stanza all’altra passando per il corridoio, perché sarà l’unico locale ad essere raffrescato.
Scegli un climatizzatore con bassi consumi. Sono da preferire i modelli in classe energetica A o superiore. Costano di più ma consumano molto meno.
Meglio se dotato di tecnologia inverter, che adegua la potenza all’effettiva necessità e riduce i cicli di accensione e spegnimento.
Approfitta degli incentivi. Se acquisti una pompa di calore per sostituire integralmente o parzialmente il vecchio impianto termico, puoi usufruire dell’”ecobonus”, la detrazione dall’IRPEF che fino al 31 dicembre 2015 sarà del 65%, oppure del “Conto termico”, un incentivo che varia in funzione della dimensione dell’impianto. (http://efficienzaenergetica.acs.enea.it/).

Al momento dell’installazione

Colloca il climatizzatore nella parte alta della parete. L’aria fredda tende a scendere e si mescolerà più facilmente con quella calda che invece tende a salire.
Evita di mettere il climatizzatore dietro divani o tende poiché costituiscono una barriera alla diffusione dell’aria.
Assicurati che l’unità esterna all’abitazione non sia colpita dai raggi diretti del Sole e esposta troppo alle intemperie.

Per un corretto uso

Non lasciare porte e finestre aperte per troppo tempo. Si evitano inutili scambi di calore con l’esterno.
Non raffreddare troppo l’ambiente. Due o tre gradi centigradi in meno della temperatura esterna sono sufficienti. Spesso basta attivare la funzione “solo deumidificazione”, perché è l’umidità presente nell’aria che fa percepire una temperatura molto più alta di quella reale.
Utilizza il timer e la funzione “notte” in modo da ridurre al minimo il tempo di accensione dell’apparecchio.
Esegui o fai eseguire una manutenzione periodica, che consiste nella pulizia dei filtri e delle ventole, e nel controllo della tenuta del circuito del gas. I filtri dell’aria devono essere puliti prima della prima accensione stagionale e almeno ogni due settimane, perché nei filtri si annidano facilmente muffe e batteri dannosi per la salute. Se sono deteriorati vanno sostituiti.

Coibenta i tubi del circuito refrigerante all’esterno dell’abitazione. Se esposti direttamente al Sole possono danneggiarsi.

Vai alla pagina del portale dell'Agenzia Nazionale Efficienza Energetica

SCOPRI COME RIDURRE I CONSUMI E MIGLIORARE L'EFFICIENZA ENERGETICA DELLA TUA ABITAZIONE

E' on line il portale finanziaria 2017 per l'invio a ENEA delle pratiche per i lavori conclusi nel 2017.
Scegli gli  interventi più convenienti da fare sull’edificio e sugli impianti, e segui i suggerimenti per diminuire i consumi di energia dei tuoi  elettrodomestici. 

Con poco impegno vedrai diminuire il costo delle bollette e contribuirai a ridurre il consumo di combustibili fossili, che sono disponibili in quantità limitata e causano danni all’ambiente e alla nostra salute.
Se decidi di intervenire approfitta delle detrazioni fiscali messe a disposizione dallo Stato.

Vai alla pagina del portale dell'Agenzia Nazionale Efficienza Energetica

Link Utili

Bonus sociale gas e bonus sociale per l’energia elettrica, rivolti alla famiglie che versano in condizioni di disagio economico

Dedicato all’invio telematico all'Enea della documentazione necessaria per usufruire delle detrazioni fiscali del 65% per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente prorogate nella misura del 65% fino al 31 dicembre 2017 e nella misura del 70 % e 75%, per interventi realizzati su parti comuni di edifici condominiali, sino al 31 dicembre 2021.

Mira a migliorare il comportamento energetico degli edifici attraverso lo sviluppo di tipologie innovative di tegole in grado di aumentare la ventilazione sottotegola.

Strumento di condivisione delle buone pratiche in materia di ambiente e clima adatte ad essere replicate e trasferite

  • Agenzia nazionale efficienza energetica logo

Un sito dedicato al Risparmio e all'Efficienza Energetica per aiutarti a ridurre i consumi di energia nella tua casa e nel tuo condomìnio; a migliorare l'efficienza energetica della tua Azienda; a diventare una Pubblica Amministrazione energeticamente efficiente. 

  • Comune di Correggio

“Corr.Ente”: a Correggio un progetto su come risparmiare sulle bollette.

  • Enea logo

L'ENEA è l'Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, "ente di diritto pubblico finalizzato alla ricerca e all'innovazione tecnologica, nonché alla prestazione di servizi avanzati alle imprese, alla pubblica amministrazione e ai cittadini nei settori dell'energia, dell'ambiente e dello sviluppo economico sostenibile" 

  • lemon-logo

Less Energy More OpportuNities significa risparmiare denaro ed energia, migliorare gli ambienti di vita e creare valore a 360°. La sfida di Lemon è di intervenire su 622 abitazioni di edilizia sociale nelle province di Reggio Emilia e Parma con un progetto sostenibile di riqualificazione energetica.